Motore di ricerca
Casa per la Pace
  • Riparare le tende per ripartire sui sentieri di Isaia (don Tonino Bello)

Il progetto

UNA PROPOSTA PER QUANTI RICERCANO LA PACE E LA RICONCILIAZIONE

La Casa per Pace è un luogo che Pax Christi utilizza per promuovere, organizzare, ospitare incontri, seminari, stages e convegni per la formazione, sui temi della spiritualità e la cultura della pace. E' uno spazio di accoglienza, di dialogo e di confronto: per i punti pace di Pax Christi Italia e dell'estero; per gruppi, associazioni e movimenti che perseguono finalità affini a quelle di Pax Christi; per gruppi e comunità parrocchiali che ricercano la spiritualità della pace; per famiglie o gruppi di famiglie che desiderano vivere un'esperienza di studio della pace e della nonviolenza, del silenzio e della preghiera. Per gruppi giovanili o classi scolastiche impegnati nell'approfondimento dei temi: pace, nonviolenza, risoluzione nonviolenta dei conflitti, giustizia ed economia, ambiente… attraverso laboratori di ricerca attiva che uniscono lo studio e l'esperienza di vita in comune, nel contatto con la natura e la fruizione dell'arte. Per donne e uomini di buona volontà che desiderano sostare per vivere un'esperienza che ricerchi senso e relazioni di pace.

I VALORI

Tenendo come riferimento i vincoli stabiliti dall'atto di donazione, la casa esprime la promozione culturale e spirituale del valore della pace e della riconciliazione offrendo uno spazio di accoglienza, di dialogo, di confronto, di scambio, per quanti, singoli o gruppi, sono in ricerca di senso di vita e di avviare o meglio strutturare l'impegno per la giustizia e la salvaguardia del creato. I valori che la casa promuove e vuole vivere affondano le radici nel terreno fertile della Parola di Dio e delle intuizioni dei fondatori di Pax Christi, ossia: studio, preghiera, azione. L'impegno per la pace va sempre coniugato attraverso lo studio delle dinamiche storiche di non pace che generano i conflitti e le guerre e determinano i meccanismi di ingiustizia sociale ed economica insieme ad un'agire solidale incentrato su relazioni dialogiche e cariche di operativa speranza. La casa, in quanto strumento operativo per la pace, come diceva don Tonino Bello vuole essere un progetto che "tenta di dare concretezza a un sogno antico di Pax Christi, un punto di riferimento… per appoggiare o riparare o costruire le tende… un punto logistico di aggregazione ideale che ci aiuti tutti a far si che la pace diventi inquilina stabile della terra".

LA SPIRITUALITA' DELLA PACE

Alla Casa per la Pace si tengono incontri di spiritualità per le famiglie e gruppi.
Ogni anno viene proposta e animata una settimana estiva di spiritualità della pace.

LE FINALITA'

Rispetto ai valori che la Casa vuole vivere e proporre, essa si prefigge la promozione dei seguenti obiettivi generali: -il dialogo tra i popoli anche attraverso progetti di scambio culturale, la promozione del volontariato e dell'accoglienza ; -l'ideazione,l'organizzazione e la realizzazione di stages di formazione sulla nonviolenza, la spiritualità e la teologia della pace, la giustizia e la salvaguardia del creato; -laboratori di "convivialità delle differenze" incentrati sulla dinamica di gruppo e la risoluzione nonviolenta dei conflitti con una metodologia che implica l'esplorazione del sé alla luce della Parola. -promozione e organizzazione di seminari di studio e di ricerca sui temi dei diritti, della democrazia della politica e dell'economia (attività specifica del Centro Studi economico-sociali per la pace); -accoglienza di gruppi e singole persone aderenti di Pax Christi, di gruppi affini, di comunità parrocchiali, di famiglie o gruppi di famiglie che chiedono di accedere alle proposte della Casa e che intendono utilizzare gli spazi per vivere un segmento del proprio cammino.

PROMOZIONE DEL SERVIZIO CIVILE, DEL VOLONTARIATO E DELLO SCAMBIO CULTURALE

La Casa accoglie occasioni di volontariato e di scambio culturale per i giovani, sia italiani che stranieri, precedute da un colloquio con la coordinatrice della struttura e un periodo di prova.
Il servizio di volontariato ha durata variabile (un mese - un anno) e riguarda progetti specifici e individualizzati.
Il numero dei volontari che sarà eventualmente impiegato nella Casa è fissato in 4 unità. Nella casa è già operativa da 7 anni una significativa collaborazione con l'organizzazione tedesca S.O.F.I.A. per il Servizio civile per la pace e riconcilazione. Rispetto al Servizio civile, Si è stabilito una convenzione con la Caritas di Firenze che prevede il servizio civile per n° 2 servizio civilisti in riferimento alla normativa nazionale.

OBIETTIVI: LA VISIBILITA' DEI VALORI DI PAX CHRISTI

Nella casa sono esplicitate le linee ispirative e le proposte proprie di Pax Christi. Questo lo si fa attraverso una serie di proposte da rivolte agli ospiti quotidianamente: momenti di preghiera, incontri tematici, cineteca, emeroteca, centro di documentazione, mostra mostra sullo sviluppo, mostra su don Lorenzo Milani.

ACCOGLIENZA DI GRUPPI AFFINI
La Casa ospita vari gruppi che hanno obiettivi affini a quelli di Pax Christi: la Caritas, Mani Tese, le botteghe del mondo, associazioni per la pace, ecc. In tale direzione, si continuerà a favorire l'accoglienza di questi gruppi compatibilmente con la disponibilità della struttura per la realizzazione di attività seminariali, di formazione e di incontro.

ATTIVITA' DI ACCOGLIENZA DI GIOVANI STUDENTI CHE ADERISCONO AL MOVIMENTO E CHE SCELGONO FACOLTA' UNIVERSITARIE CON PARTICOLARE ATTINENZA AL TEMA DELLA PACE

Compatibilmente con i vincoli della donazione e con la logistica, la Casa sarà aperta per accogliere giovani studenti che aderiscono formalmente al movimento, che frequentano l'università in Firenze. Si da priorità assoluta a quegli studenti che hanno scelto dei percorsi di studi in vista di un impegno nel campo della pace, della giustizia, della ricerca nel settore dei diritti internazionali, dei diritti umani e dell'ambiente. La Casa rende disponibile 2 posti letti a fronte di un equo contributo. Si fissano criteri di ammissibilità attraverso una selezione consistente in colloqui motivazionali con il coordinatore nazionale e la coordinatrice della casa. In ordine di priorità è favorito chi proviene da zone periferiche della penisola e con basso reddito. E' compito della coordinatrice elaborare programmi individualizzati che prevedono obiettivi mirati per un periodo di prova e di verifiche in itinere.

ATTIVITA' PROPOSTE DA PAX CHRISTI E DAL CENTRO STUDI ECONOMICO-SOCIALI PER LA PACE

La casa riserva prioritariamente la struttura a Pax Christi per lo svolgimento del consiglio nazionale e la realizzazione di attività di formazione nel campo dell 'educazione alla pace, della spiritualità e della nonviolenza. Anche le attività seminariali del Centro studi economico-sociali per la pace, rivestono una priorità nella calendarizzazione.
Durante l'estate (Luglio/Agosto) vengono realizzati campi di lavoro internazionali per giovani. La calendarizzazione delle attività viene periodicamente aggiornata sul sito della Casa.

COORDINAMENTO DELLA CASA

La coordinatrice organizza e pianifica le attività della Casa e ne predispone la programmazione generale; coordina il personale, fa fronte alle spese correnti e tiene la prima nota della contabilità. Struttura progetti di gruppo o individualizzati di volontariato e scambio culturale all'interno della Casa, elabora e coordina progetti di educazione alla pace a favore del territorio. Tiene i contatti con le altre organizzazione e calendarizza le richieste di accoglienza.
Riferisce al consiglio nazionale di Pax Christi sull'andamento, sui nodi problematici e le programmmazioni della Casa per la Pace. Convoca periodicamente incontri di verifica, di organizzazione e di programmazione con il personale, i volontari e i permanenti della casa.

ultimi articoli

  • il CNGEI alla Casa x laPace
    Scoutismo

    il CNGEI alla Casa x laPace

    26 novembre 2018 - Casa per la pace
  • la RETEINFAMIGLIAPERLAPACE ragiona d'AMORE...

    la RETEINFAMIGLIAPERLAPACE ragiona d'AMORE...

    Come di consueto alla Casax laPace nei giorni dell'Immacolata si incontrano le famiglie della Rete per approfondire temi e programmare la vacanza estiva.
    26 novembre 2018
  • PREVENIRE IL BULLISMO CON LA NONVIOLENZA

    PREVENIRE IL BULLISMO CON LA NONVIOLENZA

    a cura di Pio Castagna e Afredo Panerai, un nuovo laboratorio per la prevenzione dei confitti centrato su uno dei problemi che affligge il nostro tempo., non mancatelo!
    16 luglio 2018
  • PER UNA FEDE GIOVANE
    Ritorna la SETTIMANA DI SPIRITUALITÀ'

    PER UNA FEDE GIOVANE

    con Mons. Luigi Bettazzi, d. Alessandro Santoro, p. Michael Davide Sememeraro, Pastora Letizia Tomassoni.
    3 luglio 2018
Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.2